sabato 19 febbraio 2011

Giorgio Bocca parla di Berluskonia

L'ultima di Silvio: «Io non ho mai pagato le donne». Mai pagato le donne? Forse voleva dire l’esatto contrario: che è l’uomo che ha pagato le donne più di ogni altro arrivato al potere. Con lui si è vista in Italia la prima corte di donne al governo, ha preso delle donne di scarsa o nessuna formazione intellettuale e di governo e gli ha affidato mezzi e poteri per il funzionamento dello Stato, riforme come quella della scuola o il turismo o le pari opportunità. E per la prima volta la presenza femminile al governo del paese è stata manifesta nei mezzi d’informazione: donne in tutte le cerimonie pubbliche, presentate e segnalate anche per la loro avvenenza, a cominciare dalla crocerossina ammirata dal nostro in una sfilata per una festa della Repubblica. Donne a corona attorno al capo, il petto proteso in suo onore.
...
«Non ho mai curato e favorito i miei interessi ma sempre quelli del paese». Che faccia di bronzo, si diceva una volta.
...
La fabbrica di Berluskonia, il regno del consumo senza limiti e della felicità assoluta sotto la guida del buon sultano, avvenne con la costruzione di Canale 5, Italia 1 e Retequattro. Passando negli studios televisivi alla periferia di Milano si capiva che Silvio non solo era capace di moltiplicare i bisogni e desideri, ma anche di far credere ai poveri di essere ricchi e agli infelici di essere privilegiati.

Giorgio Bocca - L'antitaliano su L'Espresso N.8 2011

Semplice, schietto, diretto. Un grande giornalista con una lucidità ancora impareggiabile.

1 commento:

HYDRA ha detto...

Un'analisi perfetta.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...