giovedì 3 febbraio 2011

Il futuro dei giovani e' la prostituzione

Mai così tanti ragazzi senza lavoro, ma la soluzione c'è. Certo non è per tutti, ovviamente sono più favorite le belle regazze, soprattutto quelle un po' zoccole, ma il settore è vasto e sicuramente ci sono possibilità di "nicchia" anche per i cessi, basta adattarsi.
Ovviamente la parola prostituzione comprende mercati poco remunerativi come il servizio "on the road", occorre quindi ingegnarsi tentando in tutti i modi di entrare nel mondo dello spettacolo, della tv e soprattutto della politica. Gli studi non servono. Per inciso: vale di più un labbro gonfiato col silicone che una laurea conseguita con anni di studio in un'università pubblica.
Consiglio anche di investire un piccolo capitale iniziale per fornirsi di book fotografico e un buon sito dove pubblicare foto in pose sexy, ovviamente ben navigabile da iPad.
Certo avere genitori moderni, propensi ad indirizzare ed incoraggiare i figli verso la prostituzione, aiuterebbe parecchio. Se non avete genitori così "accorti" partite svantaggiati, ma mettendosi di impegno con tutto il corpo, sono sicuro che arriverete a risultati che vi permetteranno di avere migliaia di euro in tasca, foto sui tabloid scandalistici, auto costose, appartamenti a sbafo, amici influenti e soprattutto serate indimenticabili in villa.
La prostituzione vale anche per i non più giovani ed è anche più semplice: non occorre più mettere a disposizione il proprio corpo, ormai non più appetibile, è sufficiente mettere in vendita gli ideali e adoperarsi per ribaltare la verità ogni qualvolta ce ne sia bisogno.

Ovviamente gran parte degli italiani non la pensa così, o almeno lo spero.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

8 commenti:

Kylie ha detto...

Triste ritratto della nostra realtà. Io non la penso in questo modo fortunatamente.

Trippi ha detto...

dopo la pubblicazione del numero dei clienti potenzialmente infettati in un mese da due viados sieropositivi ho fatto due calcoli. 600 clienti al mese a, mettiamo, 30 euro ciascuno fanno 18.000€. Io ne prendo 1600 con 2 settimane di reperibilità al mese, non ammortizzerò mai i costi della laurea e non ho prospettive di crescita lavorativa, ma solo di tagli mensili in caso di gravidanza (è la mia azienda a pagare la malattia e non l'inps...perciò non recuperiamo tutto, neanche i primi giorni).

Trippi ha detto...

scusa 300 clienti al mese, 9.000 euro.. http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_4/focarete-santucci-hiv-milano-181396036853.shtml

Federica Rossi ha detto...

Bisogna solo andare via!

Mr. Tambourine ha detto...

Hai ragione, e concordo anche con Kylie, è un triste ritratto della realtà.

E credo che la chiusa, sulla prostituzione come approccio intellettuale prima che fisico, sia drammaticamente vera e azzeccata.

Siamo tutti mignotte, in un modo o nell'altro.

Non prenderlo come spam, ma come un semplice confronto di idee: anche io ho scritto poco tempo fa un post sullo stesso argomento.

E questo mi rende ancora più triste, perché vuol dire che l'idea è diffusa.

Stefania248 ha detto...

Mi auguro che non sia vero.

Nihil ha detto...

Se si vuole bene ai propri figli, a 18 anni li porti alla frontiera e gli dici "Và e torna solo per le feste di Natale"....

chit ha detto...

Se sia la maggior o minor parte ce lo scopriremo solo alle prossime elezioni temo...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...