sabato 7 febbraio 2009

Repressione della rete in Italia

Ieri in Senato è stato votato il "pacchetto sicurezza" (ddl 773). All'interno c'è un emendamento intitolato "Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet". Nato per contrastare gruppi di cattivo gusto fioriti su Facebook, questo emendamento potra' essere utilizzato anche per blog che istigano alla violenza, alla delinquenza e alla disobbedienza alle leggi. Direi che il blog di Grillo non avrà vita facile.
Le sanzioni potranno arrivare anche a 50 mila Euro.

4 commenti:

pia ha detto...

Inconscia di tutto ciò, ieri mi chiedevo: "quanto ci lasceranno ancora parlare tramite internet?"

pierprandi ha detto...

Il mio sarà un parere di parte... Ma stanno facendo le prove di regime... Il piano della P2 sta prendendo corpo..A presto

il monticiano ha detto...

Ho l'impressione che molti di an o lì nei pressi, si staranno già stropicciando le mani dalla contentezza e ballando
dalla gioia. Vedono all'orizzonte rispuntare qualcosa.
Stiano attenti però, non so se gli conviene.

Coldismyheart ha detto...

credo se dovesse succedere, sarà la fine dell'informazione libera, visto che sono fermamente convinta che oggi tutti i media più che mai siano soltanto a recitare quello che potere vuole. pochi sono rimasti i giornalisti chiamati scomodi, scomodi perchè ancora in grado di gridare la verità anche quando non conviene assolutamente dirla. mi rendo sempre piu conto che unica verità sullo stato vero delle cose la dicano i comici.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...