giovedì 17 gennaio 2008

Politici: casta o tutti 'na pasta?


I politici si proteggono tra di loro, nonostante gli schieramenti, nonostante le idee. Hanno tutti paura di venire allontanati da quel mondo dei balocchi che è il Parlamento, la Camera, il Senato, ecc. Quindi quando uno viene "beccato" e allontanato gli altri lo sostengono, lo applaudono. Spero che venga eletto Di Pietro al posto di Mastella, spero che la sua correttezza faccia breccia in quel marasma di qualunquismo e di magna-magna.
Solidarietà piena a tutti i magistrati, in particolar modo alla Forleo.

4 commenti:

giraffa.c ha detto...

Sono tutti 'na pasta di aspiranti criminali, si spalleggiano l'un l'altro perchè sanno che pure le loro magagne potrebbero uscire fuori..comunque, fa molto "repubblica delle banane" sentire il ministro della giustizia (ops, ex ministro) che dichiara: "non fidatevi dei giudici particolari".

Rita ha detto...

Sono daccordo con te, anche se a dire il vero il pm non ci ha fatto proprio una bella figura nel servizio di Matrix. Io comunque sono strafelice, perchè FINALMENTE ci siamo tolti di mezzo il "Clementoni".
Anche a me piace Di Pietro, mi trovo in sintonia con molte delle cose che dice, se solo si esprimesse un pò meglio...magari in lingua italiana...
:-).
Rita

Maria Rita ha detto...

Ciao!
Ti ringrazio per essere passato a trovarmi nella mia piccola stanzetta virtuale... ovviamente, mi sembrava opportuno ricambiare la cortesia :) Il tuo blog è molto piacevole, complimenti...
E per quanto riguarda l'ultimo post... bè... incredibile, stavo riflettendo sulla stessa cosa (e sul fatto che noi ci ostiniamo a parlare di "Democrazia" e di "popolo sovrano").
La speranza che le cose cambino è l'ultima a morire... in caso contrario, vorrebbe dire che siamo morti noi italiani.
Un bacio

tylerdarden ha detto...

Non vi sentite rappresentati da questa classe
politica? Non vi permettono di scegliere chi votare?
C'è una sola soluzione. Semplice.
Fare scheda bianca.

E vi spiego perchè.
Votare è un vostro DIRITTO, noi tutti scegliamo chi
deve governare... chi deve GESTIRE IL BENE COMUNE, la
comunità di cui facciamo parte.

Se non vi rappresenta nessuno, lasciate la scheda
BIANCA. Il messaggio sarà chiaro. Nessuno, tra quelli
presenti sulla scheda, vi rappresenta. Lo avrete detto
chiaramente.

Non andare a votare vuol dire rinunciare al vostro
diritto di scelta.
Scrivere insulti sulla scheda, la renderà nulla,
farete parte di quelli che hanno sbagliato a votare. E
in più, come beffa, gli insulti non arriveranno al
destinatario, ma li leggeranno solo gli scrutatori,
semplici cittadini, come voi.

Fare scheda bianca è l'unico modo per dire che
l'attuale classe dirigente non ci rappresenta più.
Provate a pensare a cosa succederebbe se le schede
bianche fossero il 10%.
Il terzo partito d'Italia sarebbe quello di chi non si
sente rappresentato da questa classe dirigente
SUPERATA e anacronistica. Probabilmente qualcuno si
farebbe avanti, le persone per bene, i politici
relegati in terza fila. Un segnale forte per chi vuol
fare. C'è posto! Siamo stanchi di essere presi in giro
e usati da persone che NON HANNO A CUORE IL FUTURO DI
QUESTO STRAORDINARIO POPOLO E PAESE. NOI E L'ITALIA.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...