venerdì 4 luglio 2008

Meglio i Pan di Stelle che i Baustelle

Ieri sono stato al GiovedidEstate del Centro commerciale Euro Torri (PR) con apertura fino a mezzanotte. Ci sono andato per vedere i Baustelle in concerto gratuito. Ammirevole questa serie di givedì con spettacoli (da non perdere il prossimo con Giuseppe Giacobazzi). Non sono un fan dei Baustelle, anzi li ho sempre trovati dei "falsi bohemien", ma quando c'è un concerto gratis ci faccio sempre un pensierino. Per di più fino all'anno scorso alla batteria c'era uno di Praticio quindi ero curioso. Qualcuno li ha definiti il gruppo rivelazione dell'anno, ma mi sembra un pò esagerato. A parte "Bruci la città" portata al successo da Irene Grandi le altre canzoni non spiccano, non mi prendono. Per di più l'acustica della "piazzetta" era pessima, i bassi facevano vibrare lo sterno e le parti basse. Appena tornato a casa, per consolarmi, mi sono fatto una scodella di latte freddo con biscotti, buonissimi.

1 commento:

Demoiselle TuCaNo ha detto...

Concordo. I Baustelle cantano di gola, oltretutto. Ed i testi. I testi. Ha provato il latte dei distributori automatici? Consolatori. Da piccola adoravo i Pan di Stelle, ora mangio, e te li consiglio, i Frollini al cacao di Alce nero; ingredienti certificati bio, no aromi, olio di oliva, no marganina, no burro, quel pizzico di sale che a me crea dipendenza, cacao squisito. Carnevioletta dice che sanno di cartone, provali e dirimi la questione s.t.p.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...