giovedì 17 luglio 2008

Il Tour de France si ripete


Riccardo Riccò passerà la notte addirittura in gendarmeria, neanche avesse stuprato una passante. Tracce di Epo di terza generazione nelle urine per un farmaco contro l'anemia. Un altro atleta rovinato, Pantani non è bastato. Autosospesa tutta la squadra.

5 commenti:

lpalli ha detto...

Mi sembra che sia più che normale il comportamento della polizia francese, hanno delle leggi e le applicano.

Per il momento Riccò è un sospettato, non è ancora stato condannato, ma i sospetti sono probabilmente più che fondati.

Non credo sia buona cosa accusare chi fa i controlli e chi applica le leggi e i regolamenti, bisogna piuttosto accusare il sistema ciclismo che da una parte sembra voler eliminare il doping, mentre poi non riesce ancora (dopo 10 anni dal caso Festina) a liberarsene. Non credo che i casi di quest'anno siano unicamente delle situazioni individuali per le quali nessuno era a conoscenza di niente, probabilmente vige tuttora una certa omertà nel non denunciare i corridori.

marco macchi ha detto...

Non provo alcuna pena né solidarietà per Riccò.

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Ciao Felipe, ha fatto benissimo la squadra ad autosospendersi, perchè stanno esagerando con queste applicazioni di legge sportiva. Buona serata.

lpalli ha detto...

Tiziano, non sono per niente d'accordo con la tua affermazione.

O si decide che il doping è lecito, ma in tal caso il ciclismo non è più uno sport, ma uno spettacolo da circo (senza voler offendere i circhi).
O si lotta efficientemente e si puniscono severamente gli imbroglioni.

Credo che i controlli in corso quest'anno al Tour sono indispensabili in quanto l'Unione Ciclistica Internazionale (UCI), le federazioni nazionali, gliorganizzatori delle altre corse, le squadre, ... si sono tutti dimostrati incapaci a lottare contro il doping.
Forse questa è la volta buona, anche se temo che ci siano ancora troppi ciclisti dopati che la fanno franca.

Non so se il fatto che la squadra si sia ritirata è positivo o negativo, esistono due interpretazioni:

1) La squadra si è ritirata per togliere ogni dubbio sulla competizione e dimostrare l'estraneità dal fenomeno doping.

2) La squadra si è ritirata per non rischiare ulteriormente e distanziarsi dall'operato dell'organizzazione del Tour.

marco macchi ha detto...

Cmq l'epilogo della vicenda - con confessione pubblica - dice tutto.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...