martedì 27 luglio 2010

Molto peggio di tangentopoli

Per chi si fosse distratto un attimo in questi ultimi 15-16 anni, vorrei far presente che siamo passati da Mani Pulite a molto peggio.
Oggi la politica e la classe dirigente e' molto piu' sfacciata di quando c'era Tangentopoli. Ok, le mazzette e gli inciuci c'erano anche allora, ma cio' che succede oggi in Italia e' qualcosa di veramente lercio.
Tutto il mondo ci guarda e ci deride. Oggi piu' che mai per la stampa estera l'Italia e' in uno stato comatoso. I pochi politici che gridano allo scandalo perlopiu' non vengono considerati.
Il potere dei pochi puo' fare tutto, si fa le leggi, arraffa l'arraffabile e la gente si permette soltanto qualche flebile rimbrotto detto tra i denti. Nullaltro.
I poveri lo saranno sempre di più e chi frega sara' sempre piu' impunito. La corruzione orami e' un dato di fatto, quasi accettata, quasi la normalita'.

7 commenti:

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Prima mani pulite.

Ora mani legate... Le nostre, che non possiamo fare un piffero...

pietro ha detto...

Siamo letteralmente allo sfascio.
Quello che irrita di più è il fatto che oltre il 50% degli inculati non si renda conto della situazione.
Credono che sia il massaggio alle emorroidi per farle rientrare nell'alveo naturale, invece è un'inculata a sangue, che quando ha rotto ha rotto veramente.
Non siamo più vergini... siamo col culo rotto.
E se ne accorgono all'estero, mentre noi mugugnamo perché ci 'prude' il buco del culo...

Itsas ha detto...

infatti
anni fa c'erano state le monetine a craxi e un'alzata di scudi generale, un'indignazione che sembrava non avere colori politici
oggi non si indigna più nessuno
lo accettano passivamente
e loro continuano a sghignazzare nei loro lerci letti

Simona ha detto...

Venerdi sera al rientro dal concerto degli Inti Iliimani, non ho potuto fare a meno di scrivere un commento a Chica che incazzatissima scriveva di un tizio che si era ucciso dopo aver ammazzato due superiori che l'avevano licenziato. Il mio commento si riferiva alle parole dette dal portavoce del gruppo prima dell'inizio del concerto, parole che a tutti noi hanno fatto gelare il sangue:" Sappiate che vi siamo vicini e che siamo seriamente preoccupati per voi." Sapete meglio di me la storia del popolo cileno e della durissima dittatura Pinochet, quindi,potete immaginare cosa noi pubblico, abbiamo sentito quando ci siamo resi conto che persone come loro che hanno VISTO e VISSUTO la devastazione totale dell'essere e del paese, si siano sentiti in dovere di darci una parola di conforto e "forse" metterci in guardia. L'ultima canzone è stata "El pueblo unido jamas sera vencido" e allora TUTTI in piedi a cantare come i matti, commossi davanti a quel senso avvolgente di unione e fratellanza.E' stato meraviglioso ma anche profondamente triste.

chit ha detto...

Qualcuno continua a dire che le mani a suo tempo furono "ripulite"; beh, credo debba prender atto del fatto che si sono risporcate molto rapidamente e, come hai giustamente evidenziato, molto più in profondità!?!

Ernest ha detto...

Tangentopoli in confronto era come una squadra di dilettanti, calcisticamente parlando, questi sono professionisti dell'inciucio, della corruzione e della malapolitica.
un saluto

cristiana ha detto...

IO NON CI STO!!!!!!!!!!!!!
Cristiana

arrivai attraverso Ernest e il Monticiano

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...