mercoledì 16 giugno 2010

Si sono inventati il bicchiere di vino confezionato

Da vedere fa un po' di tristezza, ma probabilmete avra' successo per una nicchia di mercato che non bada alla poesia di una bottiglia di vino con tappo in sughero tenuta a riposare in una cantina fresca per anni e stappata qualche ora prima per fare respirare un vino invecchiato.
Questi bicchieri in plastica subito pronti non li comprerei neanche morto, eppure il marketing continua ad inventare, anche nel settore vinicolo.

Sold under the brand “Le Froglet,” the individual 187ml glasses cost £2.25 ($3.33) for a Shiraz, Rose and Chardonnay, which, apparently, come from the Languedoc.

4 commenti:

Arcureo ha detto...

...a quando la pugnetta già fatta?

Saverio Fulci ha detto...

Di solito non bado al contenitore, bensì al contenuto.
Quante volte, al ristorante, avrei voglia di un bicchiere di vino buono, ma non più di un bicchiere ché poi devo lavorare o non ho voglia di pagare una intera bottiglia per berne meno della metà.
Dipenda dal vino nel contenitore... se é buono, perché no?

il Ratto ha detto...

è abominevole,
non trovo altro termine per commentare.

petrolio ha detto...

amo la scomodità… far girare cinque volte la bottiglia con tutto il cavatappi, schioppo e annusata!!! glu glu glu in flute o nel decanter. Sì sono fissata! ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...