martedì 6 aprile 2010

La crisi economica non e' affatto finita

Ma come, direte voi? e tutti quei cassaintegrati che ci son stati finora? tutte quelle piccole e medie imprese che sono fallite?
Potrebbe addirittura peggiorare. Uso il condizionale perche' spero ardentemente di sbagliare.
Lo so, Obama ha detto pochi giorni fa che gli Usa stanno cominciando ad uscire dalla crisi, ma appunto, negli Stati Uniti.
Noi siamo in Italia, che ultimamente ha visto salire paurosamente il debito pubblico. In Italia, in cui le multinazionali chiudono per poi aprire in Europa dell'est o nel terzo mondo.
In quella Italia in cui, non dico nei paesini, ma anche nei centri delle citta', sulle vie del passeggio, i negozi falliscono e i locali rimangono vuoti, perche' nessuno se la sente di rischiare adesso.
In cui buona parte della popolazione prova a risparmiare sulle spese alimentari. Non e' un buon segnale.
In uno stato in cui i problemi dei cittadini sono stati parcheggiati dal governo, intento a risolvere i tanti problemi personali, e intanto si tagliano gli statali e anche i dipendenti comunali.
Si ha quasi vergogna a parlarne, della crisi. Si ammette qualcosa abbassando la voce e lo sguardo, solamente in famiglia o tra amici, ma poi si continua a spendere finche' si puo', perche' siamo abituati così, sperando in una miracolosa guarigione e in un buon risveglio dopo una notte tormentata.

3 commenti:

Ernest ha detto...

La crisi c'è ma il silenzio in questo paese deve imperare!
Un saluti

marcoboh ha detto...

e anche perché siamo stati educati a vergognarci di essere poveri. almeno fossimo belli!

Simona ha detto...

Eccoci arrivati al punto di far fatica ad individuare un solo aspetto della vita che non sia in crisi:lavoro,famiglia,scuola,fede,
amicizia e via dicendo. Ma quanti possono dire di avere un punto indiscutibilmente fermo? Quanti metterebbero oggi la mano sul fuoco per riconfermare certezze del passato? Mi chiedo che fine ha fatto il faro della verità,quello che ci aiutava a non perderci in mezzo a piazze sterili. Le bugie, la negazione delle elementari regole della civile convivenza, la sfiducia in tutto e tutti, la diffidenza cieca e la dilagante ignoranza, ci hanno resi pasto per questa stramaledetta CRISI.
E pensare che mi reputo ottimista..saluti.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...