mercoledì 11 marzo 2009

Franceschini come Robin Hood

Da repubblica.it leggo che il nuovo segretario del PD Franceschini propone un'imposta una tantum per il 2009 per i redditi superiori ai 120 mila euro annui, corrispondente a 2 punti Irpef. Si raccoglierebbero così 500 milioni di euro da destinare ai Comuni.
"I ricchi diano un contributo ai poveri". E' giusto e sensato. Non fa una grinza.
P.S. Fatemi guadagnare 120 mila euro all'anno e paghero' volentieri l'imposta.

6 commenti:

il monticiano ha detto...

E la destra scriteriata afferma che è demagogia...ma è possibile andare avanti così.
Allo Stato queste proposte non costano 'na sacrosanta mazza, ma non gli entra nel cranio?

Angelo azzurro ha detto...

Anch'io, anch'io!

Minu ha detto...

in questo momento mi sento di dire, datemi un lavoro e pagherò anche io un'imposta, fatemi guadagnare più di 120mila euro e ne pagherò anche tre
Insomma prima che c'era Bush, Silviastro guardava e copiava dagli USA, ora che c'è Obama lui guarda, copia e sovvenziona la Francia di Sarkozy

pierprandi ha detto...

Sia mai che i ricchi facciano un piccolo sforzo...Sia mai che un notaio o un affermato avvocato debbano rinunciare a un migliaio d'euro all'anno... Meglio prenderli dalla povera gente comune..Come dico sempre nella mia paginetta web...MAI UNA GIOIA...

la signora in rosso ha detto...

Franceschini con queste proposte fa saltare all'occhio le contraddizioni del governo, infatti Berlusconi l'unica cosa che ci sa dire è continuate a spendere...

Luca and Sabrina ha detto...

Anche noi pagheremmo volentieri quella tassa, ci sembra una cosa molto giusta anzichè succhiare il sangue a chi in un anno guadagna un decimo di quella cifra.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...