martedì 4 dicembre 2007

L'indispensabile Wine saver


Per tutti quelli che come me aprono una bottiglia di vino e non la "seccano" durante il pasto, c'è una invenzioncina niente male. Per bere il vino rimasto del giorno prima e non trovarsi a sorseggiare qualcosa di totalmente diverso rispetto a quello che ci ricordavamo, occorre spendere una piccola somma (dipende dalle versioni e dalle marche, si va dai 12 euro ai 20, fino ai 40 euro per i modelli più lussuosi) senza rimorsi. L'ho scoperto tardi, meglio tardi che mai, ma ora lo uso sempre, ne vale la pena (bè qualche volta, in compagnia, alla bottiglia tiriamo il collo). La confezione è formata da (minimo) due tappi in gomma lavabili e da una semplice pompetta a mano che, facendo il vuoto all'interno della bottiglia (si sente un "click"), preserva aromi e gusto del vino per circa due giorni, in pratica blocca l'inesorabile "decadimento" che avviene dal momento in cui si stappa il vino.

2 commenti:

follo ha detto...

Anche per me è indispendabile, soprattutto perchè in una cena in 2 difficilmente si esaurisce una bottiglia di rosso e così rimane un bicchiere o due per i giorni successivi. Devo dire che non ho mai trovato il vino particolarmente avariato anche dopo 3-4 giorni di frigorifero.

davide ha detto...

Sicuramente è utile, ma ritengo che quando si apre una bottiglia di buon vino,credo non sia indispensabile in quanto venga bevuta tutta.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...