giovedì 20 maggio 2010

Custer Santoro

L'avevo ascoltato live a Casa Cervi (RE) durante i festeggiamenti del 25 aprile, in un lucido e applauditissimo discorso sulla storia del giornalismo televisivo italiano dal dopoguerra ad oggi.
Lo vedevo gia' rivolto verso un ascesa politica che lo avrebbe portato a guidare la coalizione contro il governo.
Invece dopo questa notizia della buona uscita dalla Rai, ancora molto vaga ed incerta, ma confermata dalle agenzie di stampa, i miei pansieri si sono un po' ingarbugliati.
Vorrei non credere ai milioni di compenso per togliersi dallo schermo, vorrei capire meglio eventuali progetti futuri (docufiction??) a favore dei suoi telespettatori che lo hanno sostenuto finora. Vorrei insomma una risposta esaustiva alle mie perplessita' riguardanti il futuro di una stampa libera e obiettiva in Italia.
Oggi come oggi invece vedo Santoro piu' propenso a scegliersi un terreno ad Antigua, confinante con il suo acerrimo nemico, ma spero con tutto il cuore di sbagliarmi.
Con le parole "la Rai continuera' ad avvalersi della collaborazione di Santoro che, in questo modo, avra' la possibilita' di sperimentare nuovi generi televisivi attraverso un ulteriore sviluppo del proprio percorso professionale", non si chiarisce nulla, di fatto il CDA della Rai non ha avuto voti contrari per la chiusura di Annozero.
D'altra parte le ragioni di Santoro sono da tenere in conto:
"Nonostante Annozero funzioni bene, invece del sostegno dai vertici Rai ti arriva il ricorso in Cassazione. Io mi sarei aspettato ben altro. Cioè la proposta di trovare un accordo e chiudere il contenzioso giudiziario, dopo un’annata così. Al contrario, dovrei aspettare altri tre anni... Come posso lavorare così?".
E infine il risultato e' che Annozero, la trasmissione Rai con piu' profitti e spettatori, chiudera', alla faccia degli italiani e di informazione libera.
Sentiremo stasera cosa avra' da dire Santoro ad Annozero.

4 commenti:

giudaballerino ha detto...

Io non credo che Santoro si sia arreso. Credo invece che voglia continuare a fare il suo lavoro, ma in maniera più libera e senza le continue pressioni della rai. Un pò come durante raiperunanotte. Ad ogni modo staremo a vedere

marcoboh ha detto...

mh, mi sa che invece hanno comprato anche lui.

Niente Barriere ha detto...

Santoro è molto bravo ed anche molto furbo. Sta alla finestra... Penso comunque che stia in qualche modo ricattando il sistema politico, ha capito che internet e la televisione via internet è il futuro della comunicazione e quindi dell'informazione.
Un segnale questo positivo, se dovesse lasciare il marciume televisivo attuale per sbarcare come ha fatto con la trasmissione Raiperunanotte via internet.
Lo farà? Spero tanto di si, sarebbe il segnale giusto al tentativo di censura che si respira oggi anche via web, con l'infausto decreto intercettazioni che interessa anche i siti e i blog italiani.

il Ratto ha detto...

sinceramente l'unica cosa che trovo scandalosa
non è che santoro accetti i milioni (è da almeno dieci anni che subisce attacchi per colpa del suo lavoro, alla fine è giusto che ne abbia le tasche piene)
ma che la Rai decida di pagarlo per chiuder eun programma disuccesso e che porta dei bei soldoni.
spero che intervenga la corte dei conti.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...